10 maggio 1890: un celebre medico commette un errore fatale, ma è assolto

La storia di questa settimana è quella di un celebre medico di Torre Pellice che, dopo cinquant’anni di onorata carriera, commette un errore fatale. Nonostante la comprovata colpevolezza, difeso dalle testimonianze delle persone più in vista, viene assolto in virtù del suo buon nome. E il giornale plaude alla magnanimità del giudizio, senza rivolgere un pensiero alla giovane donna morta sotto i ferri. Una vicenda complessa, che oggi sarebbe indubbiamente vissuta in modo molto diverso, ma che a nostro avviso racconta più di altre l’atmosfera di quell’Italia –  di quella Val Pellice – di fine Ottocento.

Abbiamo oscurato il nome per il diritto all’oblio.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *